Contenuto principale

Presentazione degli ospiti della Dott.ssa Michela Tinazzi:

 

Dott. Gian Battista Lazzarino – Direttore settore Trasporti

Avv. Giorgia Sovran – DLS Partners (Società di Avvocati di Verona costituita da DAS)

Dott. Pier Marco Giambiasi (Direttore Tecnico di DAS)

 

Giorgia Sovran ci parla dei cambiamenti normativi. Loi scorso 10 novembre sono state pubblicate le principali novità in riferimento al nuovo codice della strada, con l’introduzione di nuove norme e nuovi cambiamenti in particolare legati ai monopattini elettrici e divieti di sosta. C’è sempre maggiore attenzione al fattore ecologico, infatti aumenta la produzione di veicoli elettrici.

Per quanto concerne i monopattini elettrici sono stati previsti gli indicatori di direzione anche per i mezzi già in circolazione e sanzioni per coloro che non adeguano i propri veicoli a tale disposizione.

  • È stato ridotto il limite di velocità dei monopattini elettrici da 25 km/h a 20 km/h ed è stato confermato il limite di velocità di 6 km/h nelle aree pedonali;
  • sancito il divieto di circolazione e sosta sui marciapiedi salvo esplicita previsione comunale;
  • non è consentito circolare in due;
  • nelle ore notturne c’è l’obbligo per tutti gli utilizzatori delle luci di posizione e del giubbetto catarifrangente;
  • possono essere condotti solo da chi ha compiuto 14 anni e per i minorenni c’è l’obbligo del casco.

Per la circolazione in generale, sono previste sanzioni per chi utilizza non solo cellulari ma anche portatili, tablet e qualsiasi altro dispositivo che comporta anche temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante. Sanzioni più severe in tema di strisce pedonali e per chi parcheggia il veicolo sulle aree riservate ai disabili.

Il tema predominante rimane comunque quello della sostenibilità, concetto ripreso poi dal Dott. Lazzarino confermando che gli obiettivi degli operatori nel settore dei trasporti sono appunto la sostenibilità e l’integrazione dei servizi.

Detta sostenibilità oltre ad essere un indirizzo strategico è un obbligo quasi normativo perché a livello europeo, entro il 2030, bisognerà raggiungere l’obiettivo di 30 milioni di veicoli a zero emissioni e nel mondo del trasporto ci si sta spostando da un sistema privato a quello pubblico. Nelle grandi città questo processo di cambiamento si nota maggiormente e siamo solo all’inizio di questa grande trasformazione.

L’intervento nei prossimi 5 anni sarà massiccio ed è poderoso proprio per la quantità di investimenti. È previsto il rinnovo del parco veicoli con adeguamento delle infrastrutture, capitolo importante saranno anche le infrastrutturazioni dei porti e delle reti idriche.

Il Dott. Giambiasi ha effettuato un’analisi del settore assicurativo in generale, confermando di essere al passo con questo processo di cambiamento e soffermandosi poi in particolare su DAS, sostiene che la Compagnia è stata precursore di tale particolare fenomeno, infatti già da tempo ha prestato attenzione alla questione della tutela dell’ambiente. Tutte le Compagnie assicurative si stanno muovendo per riuscire a dare copertura anche a questi nuovi strumenti di mobilità.

Il Dott. Lazzarino ha poi concluso manifestando apprezzamento per il settore assicurativo, che sa interpretare le esigenze di chi viaggia in questa nuova complessità del settore trasporti.

DASy

Ciao sono DASy!

Hai bisogno di aiuto?