Contenuto principale

IL PARCO AUTO ITALIANO – DATI 2022

parco auto italiano 2022

Il parco auto italiano fatica a svecchiarsi. L’anno 2022 procede con un pesante decremento a due cifre (Fonte: ACI, maggio 2022) per le prime iscrizioni di autovetture: sono state registrate appena 96.253 iscrizioni (dato in assoluto più basso se si esclude il 2020 a causa della pandemia Covid-19) di autovetture rispetto alle 144.636 dell’omologo mese del 2021 con un calo del 33,5%.

Sono circa 22 milioni le vetture italiane con oltre 10 anni di vita (Fonte: “La Stampa.it”, 28.09.2021):

  • 6 auto su 10 superano la decade;
  • ancora 11,5 milioni di auto sono al di sotto dell’Euro 3;
  • è nel Mezzogiorno italiano che circola la flotta di vetture più inquinante (Campania); al contrario, le auto che rientrano nelle immatricolazioni più recenti si concentrano nel Settentrione, specialmente in Lombardia (Euro 6);
  • il parco veicoli italiano è cresciuto di circa un punto percentuale all’anno dal 2015 al 2019, ma, dal 2020, il trend si è contratto riducendosi allo 0,5%;

Lo stanziamento di circa 40 milioni di ecobonus, previsto per svecchiare la flotta automobilistica italiana, non sembra in grado di favorire la transizione “green” verso auto ad alimentazione ibrida o elettrica (Fonte: ut supra) o ad altri sistemi di mobilità.

Un ulteriore fattore di ritardo nel rinnovamento del parco auto è rappresentato dalla crisi energetica e dal conflitto bellico ucraino. Lunghi tempi di attesa di una vettura, tra la fase dell’ordine e quella dell’immatricolazione, a causa della carenza di materie prime, a partire dai microchip, hanno già generato diversi arresti nella produzione.

Analisi della tendenza (Fonte: ACI, maggio 2022):

  • ciclomotori: contrazione anche per le iscrizioni di motocicli nel mese di aprile, con una variazione negativa dell’8,8%, essendo state presentate 27.468 pratiche di iscrizione contro le 30.111 di corrispondente mese di aprile 2021;
  • complessivamente: la dinamica delle prime iscrizioni di veicoli ha registrato una flessione del 27,6% (141.577 unità contro le 195.671 del 2021);
  • mercato dell’usato: per ogni 100 autovetture nuove, ne sono state vendute 216 usate nel mese di aprile (più del doppio il rapporto tra auto usate e auto nuove);

Per quanto riguarda le nuove fonti di alimentazione comparate con quelle tradizionali, si osservano i seguenti trend (Fonte: ACI, maggio 2022):

  • le autovetture nuove ibride a benzina, con una quota pari al 34,5% del mercato delle prime iscrizioni nel mese di aprile, si pongono ancora al primo posto superando le vendite di auto a benzina oltre che diesel, con incidenze pari rispettivamente al 28% e 20,8%;
  • l’immatricolazione di vetture elettriche perde sia nella quota sia nel raffronto: l’incidenza ad aprile 2022 è scesa al 3% dal 3,4% di aprile 2021; nel confronto con gli stessi mesi si è rilevata una pesante flessione a due cifre, una riduzione del 41,7%, evidentemente collegata al termine degli ecoincentivi, in attesa dei nuovi;
  • forti contrazioni a due cifre anche per le nuove immatricolazioni di auto a benzina e diesel in confronto ad aprile 2021 (rispettivamente una riduzione del 42,5% e del 40,2%);
  • nel mercato dell’usato prevalgono ancora le alimentazioni tradizionali (diesel e benzina); la quota dell’ibrido a benzina si pone intorno al 3,6%; nei passaggi di proprietà primeggiano ancora le auto diesel (53,5% di quota ad aprile 2022, comunque in calo in confronto ad aprile 2021, quando era il 58,1%);

Come detto, la pubblicazione, nel “Decreto Incentivi”, del bonus per l’acquisto di un’auto nuova rischia di non centrare gli obiettivi poiché la normativa prevede, ai fini dell’ottenimento dell’incentivo, che l’operazione di acquisto sia completata entro 180 giorni con la comunicazione del numero di targa del veicolo nuovo consegnato. Purtroppo, per talune categorie di automezzi, i tempi di attesa superano i 180 giorni e i clienti sono costretti ad aspettare anche fino a dodici mesi (Fonte: Corriere Motori.it).

 

di Walter Brighenti – DAS

DASy

Ciao sono DASy!

Hai bisogno di aiuto?