Contenuto principale

COSA COPRE LA POLIZZA DI ASSICURAZIONE AZIENDALE

Aziendale polizza das imprenditori tutela legale 29042020

Assicurazione aziendale e azienda assicurata. La causa e l’effetto. Due risvolti della stessa medaglia. Sempre più spesso un’azienda ha necessità di prevedere in anticipo e prevenire rischi e calamità che non è in grado di fronteggiare autonomamente, ma che impongono organizzazioni sempre più complesse e articolate da delegare a operatori istituzionali specializzati.

L’istituto contrattuale dell’assicurazione nasce per tali ragioni e nel tempo ha seguito l’articolazione dei processi produttivi aziendali per offrire soluzioni adeguate. I fattori di aleatorietà sono molteplici e sono proprio tali aspetti che un’impresa cerca di evitare perché sfuggono alla capacità di pianificazione e programmazione.

 

Cosa copre la polizza di assicurazione aziendale?

 

Per comprendere cos’è una polizza di assicurazione aziendale, si deve pensare all’immagine del treno in corsa, che raggiunta una certa velocità non può più arrestarsi se non alle stazioni di destinazione in cui si ricarica e riparte. Inserire delle brusche fermate, o improvvise stazioni di arresto, comporta costi elevati che un’impresa non può concedersi se non pagando un caro prezzo. Le ricadute, poi, si propagano a raggiera, su tutta la filiera, con una crescita esponenziale dei danni.

In termini contrattuali, si parla di danno emergente e di lucro cessante e, in analisi economica, di costi e benefici, di allocazione del rischio e di internalizzazione dei costi. La polizza di assicurazione aziendale realizza questo trasferimento del rischio spostandolo sul soggetto che, istituzionalmente, è in grado di prevederlo e compensarlo: una partita di merce andata distrutta, un lotto smarrito o rubato, un evento naturale che distrugge il magazzino o la catena di montaggio; ma anche un fornitore che non rispetta i tempi di consegna, un fattorino che si ammala e che non può eseguire il trasporto, un importante cliente committente che non paga o che fallisce. Rischi industriali, rischi imprenditoriali, rischi commerciali, gli esempi possono essere molteplici.

 

Perché integrare la polizza di assicurazione aziendale con la tutela legale?

 

La polizza tradizionale di RC, o comunque le assicurazioni fin qui descritte, operano nell’ambito della cosiddetta “tutela indennitaria” ossia ammortizzano il pregiudizio subìto convertendolo in una liquidazione economica, ma la polizza di tutela legale fa qualcosa in più e si pone come un complemento integrativo di quella ordinaria. Se un grande cliente non paga o fallisce, si può cedere il credito ad una società di recupero, ma ciò ha un costo. Se l’imprenditore viene incriminato per un reato che ritiene di non aver commesso, si deve difendere. Chi lo difende? A quale costo? Non è pensabile, poi, che ogni caso di inadempimento contrattuale di terzi possa essere risolto in via stragiudiziale: a volte, la causa civile è necessaria, e non solo per ottenere l’adempimento, ma anche il risarcimento del danno patrimoniale.

La polizza di tutela legale copre tutte queste eventualità: le spese legali per ogni grado e stato del giudizio, le spese di soccombenza e quelle peritali. Tutte spese coperte dall’assicurazione aziendale; che, inoltre, individua l’avvocato che è il regista fondamentale dell’azione legale. Solo un professionista selezionato e competente per materia può garantire all’azienda la giusta consulenza per il caso specifico. DAS dispone di un network di avvocati sul tutto il territorio nazionale, e anche all’estero, per intervenire prontamente: all’imprenditore non resta che affidarsi alla Compagnia contando sull’esperienza della stessa e sulla totale assenza di spese legali.

DAS IN AZIENDA protegge da ogni rischio legale collegato all’attività imprenditoriale.

DASy