Modello di organizzazione e gestione

Il Consiglio di Amministrazione di DAS S.p.A. ha adottato un Modello di Organizzazione e Gestione per la prevenzione dei reati previsti dal D.Lgs 8 giugno 2001, n. 231, concernente la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per reati commessi dai propri esponenti.

Oltre ad essere dotato di tutte le necessarie peculiarità formali, il documento in questione risponde pienamente, anche nella sostanza, alla finalità principale che ne ha richiesto l’adozione, rappresentata appunto dall’esigenza di dotare la Società di uno strumento in grado di conseguire quell’esenzione da responsabilità, espressamente prevista dal decreto più sopra citato.

L’approccio seguito è infatti di tipo sostanziale, dal momento che il Modello è costituito dall’insieme organico di principi, regole, disposizioni e schemi organizzativi relativi alla gestione ed al controllo dell’attività sociale ed è rappresentato in un documento illustrativo, contenente le norme generali idonee a prevenire la commissione del reato, salvo il caso di elusione fraudolenta.

Le attività di individuazione dei processi a rischio di reato e dei presidi operativi esistenti hanno portato all’emanazione delle cosiddette “norme 231/01”, ovvero una serie di disposizioni, a carattere generale o speciale, sulla base di quanto previsto nella bozza delle Linee Guida ANIA per il settore assicurativo e nei suggerimenti operativi con cui la medesima associazione di categoria ha individuato sia la procedura da seguire per l’adozione dei modelli sia alcuni dei possibili strumenti di rilevazione e prevenzione delle fattispecie di reato considerate dal decreto legislativo 231 del 2001.

Con riferimento all’Organismo di Vigilanza, DAS ha identificato il medesimo in un organismo collegiale che riferisce al Consiglio di Amministrazione.

Scarica il documento illustrativo del modello di organizzazione e gestione >