Il caso

Prodotto utilizzato: DAS in Famiglia

Tempi di definizione: 3 Mesi

Spese sostenute dal cliente: 0 Euro

Spese legali e peritali risparmiate grazie a D.A.S.: Circa 700 Euro

VACANZE E IMPREVISTI CHE POSSONO RENDERLE UN INFERNO

Si rivolge a DAS un’assicurata, titolare di una Polizza Difesa Famiglia, per chiedere aiuto agli esperti della Compagnia nel tentativo di ottenere rapidamente un equo indennizzo  a seguito di un disagio patito durante le proprie vacanze estive a causa di un ritardo del volo di andata.

La cliente, infatti, sarebbe dovuta partire con l’intera famiglia verso le 9.00 del mattino del giorno stabilito (orario confermato anche il giorno precedente tramite messaggio dalla compagnia aerea), ma arrivata in aeroporto ha scoperto che il volo era stato cancellato senza alcun preavviso. Il ritardo effettivo prima della tanto agognata partenza è stato di circa 13 ore, causando la perdita di un’intera giornata di vacanza ed ulteriori disagi, tra i quali la maggiorazione di euro 30 per il ritiro dell’auto a noleggio in orario notturno.

A seguito della richiesta dell’assicurata i professionisti di DAS si sono da subito attivati per cercare di instaurare un non facile dialogo con la Compagnia aerea, per appianare le divergenze ed arrivare nel più breve tempo possibile ad un accordo.

Dopo un primo tentativo non andato a buon fine, anche a causa della reticenza della controparte, quest’ultima si è poi dovuta arrendere liquidando l’importo dei biglietti aerei, una somma per la giornata di soggiorno perso, il noleggio ed il disagio per le estenuanti ore di attesa dovute al ritardo del volo.

Grazie quindi alla competenza dell’Avvocato del network messo in campo da DAS, in circa 3 mesi dall’attivazione della copertura da lei sottoscritta, l’assicurata ha evitato l’esborso di circa 700 euro che sono stati interamente pagati da DAS

Con la polizza di tutela legale DAS la cliente ha così risolto la propria problematica in tempi rapidi, senza sostenere alcun costo ed evitando, grazie all’accordo raggiunto con la controparte in fase stragiudiziale, i tempi “biblici” della giustizia italiana che si sarebbero dovuti affrontare se si fosse giunti in giudizio.