Contenuto principale

Il caso

Prodotto utilizzato: DAS in Azienda

Tempi di definizione: Pochi giorni

Spese sostenute dal cliente: 0 euro

Spese legali e peritali risparmiate grazie a D.A.S.: 8.500 euro

CASO RISOLTO: GESTIONE CONTRATTI AI TEMPI DEL COVID-19

gestione contratti penale

La situazione di emergenza sanitaria legata alla diffusione del COVID-19, che da fine febbraio ha interessato l’Italia, ha causato moltissime difficoltà alle aziende di tutti i settori. Tutte le attività economiche fanno i conti con problemi di gestione contratti, con scadenze che faticano a rispettare e con fornitori e clienti che a loro volta ritardano pagamenti e consegne.

Mai come adesso la scelta di proteggersi con un’assicurazione di tutela legale risulta vincente ed in particolare per gli imprenditori DAS in Azienda è il  prodotto giusto per tutelare la propria attività ed affrontare con serenità, tra le altre cose, gli inadempimenti contrattuali

 

IL CASO: GESTIONE CONTRATTI E APPLICAZIONE PENALE AI TEMPI DEL COVID-19

 

A fine marzo Angela e Vittorio hanno attivato la loro polizza per chiedere un aiuto per rispondere alla richiesta di un cliente che, nonostante i provvedimenti temporanei di blocco delle attività produttive, li sollecitava alla consegna della partita di merce che avevano concordato originariamente per metà aprile, pena l’applicazione di una penale onerosa.

La loro azienda, pur potendo svolgere alcune attività perché a supporto di filiere alimentari, non era però riuscita ad attuare tutti i protocolli per operare ai ritmi produttivi usuali e non era riuscita ad approvvigionarsi delle materie prime necessarie a produrre l’ordine del cliente nei tempi che avevano concordato prima dei provvedimenti emergenziali.

Preoccupati per la penale contrattuale e la minaccia del cliente di far sborsare loro circa 8.500 euro, gli imprenditori ci hanno chiesto quindi un consiglio e legale.

In base alla normativa emergenziale ma, soprattutto, agli articoli 1218 e 1223 del codice civile,  nostri legali hanno subito precisato al cliente dei nostri assicurati che il loro ritardo era da ricondurre a situazioni del tutto esulanti dalla loro volontà e che pertanto alcun danno o penale poteva essere addebitato. Anzi, Angela e Vittorio avevano proposto di effettuare una consegna parziale in attesa di poter completare l’ordine, che il cliente aveva rifiutato approfittando della difficoltà e con l’obiettivo di far scattare la penale.

A fronte della decisa contestazione ricevuta, il cliente dei due imprenditori ha ben presto desistito dai propositi di ottenere il pagamento di una penale, accettando la consegna parziale che inizialmente aveva declinato.

La coppia ha così potuto far valere in via bonaria le proprie ragioni evitando lo scontro con il cliente che, dopo essersi confrontato con i nostri avvocati, ha capito di essere nel torto e ha mantenuto un buon rapporto con i nostri assicurati.

 

Questo articolo trae spunto da un caso reale, ma ogni riferimento è puramente casuale.

DASy