Contenuto principale

Il caso

Prodotto utilizzato: Difesa professionista

Tempi di definizione: 3 mesi

Spese sostenute dal cliente: 0 euro

Spese legali e peritali risparmiate grazie a D.A.S.: 10.000 euro

CASO RISOLTO: ASSICURAZIONE PROFESSIONISTI E RECUPERO CREDITI

Das difesa professionista tutela caso risolto

Il mondo dei professionisti è ricco di soddisfazioni ma anche di insidie: l’esperienza dunque insegna che la vera mossa vincente è sottoscrivere un’assicurazione professionisti. Contabilità, scadenze, aggiornamento delle competenze, soddisfazione del cliente sono solo alcuni degli aspetti che ogni professionista deve sapientemente gestire. In questo articolo vi raccontiamo un caso risolto con successo e di come la polizza di tutela legale sia stata utile per poter far recuperare un credito insoluto a un nostro cliente.

Nell’attività quotidiana, purtroppo, può capitare di incorrere in grattacapi legali. Un cliente che non paga, una controversia con un dipendente dello studio, un acquisto difettoso o un problema all’immobile. Chi lavora come professionista lo sa, la massima attenzione non basta per evitare i guai! Ecco quindi svelato il motivo per cui  insieme ad una assicurazione per professionisti è importantissimo acquistare la garanzia di tutela legale per coprire i costi di un avvocato e affrontare eventuali problemi giudiziari e le loro conseguenze. Questo è quanto hanno sperimentato molti nostri clienti, tra cui Luca, un ingegnere progettista che ha dovuto aprire un sinistro per recuperare una fattura non pagata.

 

Assicurazione professionisti: serve la tutela legale per recuperare un credito insoluto

 

L’assicurazione professionale è fondamentale per qualsiasi libero professionista, ma non tutti sanno quanto sia altrettanto importante integrarla con una polizza di tutela legale, in modo da poter far fronte a problemi molto comuni come ad esempio la necessità di recuperare un credito insoluto.

Nel caso di Luca, un nostro cliente ingegnere progettista, la polizza di tutela legale l’ha supportato nel contenzioso contro un Condominio che aveva deciso, senza alcun ragionevole motivo, di non saldargli il compenso pattuito.

Completato l’incarico di progettazione commissionatogli, Luca ha inviato la richiesta di pagamento delle sue competenze per 18.000 euro, ricevendo come risposta un rifiuto da parte del Condominio, che avanzava contestazioni del tutto infondate ed anzi pretendeva un risarcimento.

Grazie alla polizza Difesa Professionista,  Luca si è rivolto ad un Giudice, richiedendo l’emissione di un decreto ingiuntivo e resistendo nella causa nata dall’opposizione del suo cliente-debitore.

Le spese legali per un procedimento di questo genere ammontano a circa 10.000 euro; una cifra proibitiva per il nostro assicurato e per la maggior parte dei liberi professionisti, che non di rado devono ricorrere al supporto di agenzie di recupero crediti.

Grazie alla polizza di tutela legale Luca non ha sostenuto alcun costo, ha tutelato i suoi diritti ed è riuscito a riscuotere integralmente ciò che gli spettava.

 

Questo articolo trae spunto da un caso reale, ma ogni riferimento è puramente casuale.

DASy